La mela

Allora io sono Satana. Dio ha appena creato il mondo, ci ha messo solo sei giorni per un lavoretto davvero niente male. Non ha lasciato nulla al caso e al caos, è tutto ordinatissimo: le piante, i laghi, i fiumi, le cascate, i cerbiatti puffolosi, la volta celeste, i caldi caldi, i freddi freddi, la galaverna, le mezze stagioni, c’è anche lo stupidissimo e gentilissimo dodo. Il mare, mare a perdita d’occhio e in ogni foggia, il mare oceanico, il mare morto, il mare gelato, il mare salato. E da quel mare, le terre emerse, il deserto, la terra fertile, la savana. la steppa, la tundra. Crea anche i muschi e i licheni. E siccome i muschi e i licheni gli sono riusciti bene, crea Adamo ed Eva.

Allora, io sono Satana. No, non Santana, vedete chitarre? No Satana, quello originale. Quello che per un errore giudiziario è stato mandato laggiù, a crepare di caldo come i pizzaioli a ferragosto, dove c’è proprio la crema della bella società: i ladri e le fattucchiere, gli assassini e le meretrici, i golosi, i puttanieri e i furbi del quartierino. Ecco, sembra di stare in parlamento e io sono il presidente del consigl…ehm…del Milan…ehm…l’amministratore di condomino.

Eh certo, si fa presto a giudicare a dire che sono il male assoluto, come no, eppure non è tutto da buttare, ci sono cose interessanti e vorrei tanto metterle di nascosto in quella maledetta mela. Forse non sono così malvagio come sembra, in fin dei conti, anche se decaduto, resto sempre un angelo. Ho fatto delle cose buone. E poi oh, anche Scillipoti avrà detto buongiorno a qualcuno almeno una volta nella vita.

Perciò Adamo, senti me, prima di iniziare a dire cazzate come tuo solito, queste sono le cose che troverai nella mela, e se ti conosco un po’, dopo che le avrai provate, ti mangerai tutto il frutteto.

  • Il gol di Paolo Rossi nell’82
  • i freni a mano nel piazzale dei carabinieri
  • accompagnare un amico a fare una visita prostatica e dopo stringere la mano al dottore
  • la salopett di Woody Guthrie
  • baciare la tua donna tutta sudata
  • il letto che cigola mentre fai l’amore
  • la bottiglia di whisky di Robert Johnson
  • andare allo stadio nella curva avversaria ed esultare di nascosto (oh, erano finiti i biglietti, porco me, cioè, porco diavolo)
  • stare un po’ da solo
  • prendere una multa e offrire una sigaretta la vigile
  • guidare sobrio alle quattro di mattina con tre amici gonfi sui sedili posteriori e sentirti onnipotente
  • spellarsi le falangi suonando una chitarra
  • scoprire che sarà femmina e addormentarsi al saggio di danza
  • Guardarla dormire
  • rompere il vetro di una finestra sul cortile con una pallonata
  • elencare tutte le posizioni del kamasutra che faresti con la strafiga che sta attraversando la strada e scoprire che è la compagna del tuo interlocutore.
  • Caricare un paio di amici, partire senza meta e ritrovarsi a Pavana a suonare il campanello di Francesco. Guccini.
  • L’odore delle auto nuove
  • fare l’amore e non solo scopare
  • non avere tatuaggi e sentirsi comunque un guerriero

Ecco, io sono Satana, questa è la mia mela, Adamo non posso fare altro per convincerti, in fin dei conti esiste il libero arbitrio.

Questa è la versione maschile, ma siccome anche gli angeli decaduti non hanno sesso, vi invito a leggere quella della mia amica satanassa Tiasmo

20131113-125834.jpg

Annunci

60 pensieri su “La mela

  1. Il tuo è un articolo goduria (anche se, ammetto, mi ci rodo un pochino visto che io e il buon Diaol – detto in dialetto – siamo amici di forcone), andrò a leggiucchiarmi anche Tiasmo – che è garanzia di qualità!

    Il top:
    elencare tutte le posizioni del kamasutra che faresti con la strafiga che sta attraversando la strada e scoprire che è la compagna del tuo interlocutore.

    Lo so, sono una bestia. Ma questa è una delle epic fail che mi esaltano da morire.

  2. ti credevi di averla scampata, he? nientaffatto era solo perché ho avuto daffà che un m’avevi ancora vista, mica come te che mi snobbi, pfui
    allora : er tu diavolo, tutto sommato non è che ” un buon diavolo” infatti mi ha fatto molto ridere…ma ti guardi in giro per vedere quelli cattivacci di davvero?
    ( cecinese? )

  3. Ehi ragazzi ma così non vale, in pochissimi giorni sono passato dallo stato di “astemia della rete” all’overdose di goduria virtuale saltando da un blog all’altro!!! W le mele!

  4. No, mi piace di più la tua. Se non altro per il sesso della domenica mattina, che c’è dall’altra parte. Perché io ho avuto per anni sopra la testa una coppia col sesso della domenica mattina. Che tu che soffri d’insonnia cronica che quando va bene di addormenti alle cinque e hai la sveglia alle sei e mezza, quando vai a letto il sabato sera, che poi è sabato notte, praticamente quasi domenica mattina, ti piacerebbe dire aha, domani niente sveglia e dormo fin che mi pare. E invece no, alle sette di mattina quelli si svegliavano e immediatamente attaccavano che tutti i momenti mi tiravo il braccio sopra la testa dicendo oddio viene giù tutto. Poi lui, quando faceva gol, si metteva a cantare a squarciagola alè o-o. Poi una volta mi è anche capitato di assistere in diretta a un tentativo di variazione sul tema, che lei che a quanto pare non gradiva per niente e strillava come una forsennata ahiahiahi, cava cava! E lui che di “cavare” evidentemente non aveva nessuna voglia e lei che, altrettanto evidentemente, di cavarsi da sola non era in grado e insomma tra una cosa e l’altra lo strillamento è andato avanti un bel po’. Ecco, il primo diavolo che mi presenta una mela con dentro il sesso della domenica mattina ti dico io dove gliela metto la mela.

    • Ahahah come si dice dalle mie parti…”ne per scherzo ne per burla intorno al c..o non ci voglio nulla”. Comunque Tiasmo è bravissima ed è stato divertente fare questa cosa insieme. Almeno per me lo è stato. :-), anzi se ti va di comporre una tua mela fai pure, ormai questa cosa sta diventando una catena di Sant’ Antonio…più siamo più vinciamo. 🙂

      • 1. No no, io catena niente.
        2. Di quel mitico ’82 in cui ho sfondato la poltrona del soggiorno, oltre al gol di Paolo Rossi vogliamo ricordare anche quella mitica rovesciata di Bruno Conti?
        3. Ma tu lo sai che nella storia della bibbia non era mica una mela?

      • Non è scritto: la bibbia parla solo di frutto. Poi siccome dopo averlo mangiato percepiscono la propria nudità e immediatamente si coprono con una foglia di fico, si suppone che l’abbiano presa dall’albero a cui erano vicino, e che quindi l’albero proibito fosse quello, ma è solo un’ipotesi, perché il frutto e il relativo albero non vengono mai nominati.
        Poi c’è un’altra cosa interessante, che di solito non viene notata (e infatti non l’avevo notata neanche io, è stato il mio rabbino a farmela notare): quando Dio dà la proibizione, Eva non è ancora stata creata, e il divieto lo riceve solo Adamo. Poi quando il serpente offre il frutto a Eva, lei gli dice: “Se lo toccheremo e lo mangeremo, moriremo”. Ora, Dio nel suo discorso ad Adamo, non ha minimamente accennato al toccare, il divieto è solo quello di mangiare. Vale a dire che è stato quel pirla di Adamo che, nel trasmettere a Eva le regole date quando lei ancora non c’era, aggiunge di sua iniziativa il toccare per rafforzare il divieto. E qual è il risultato? Che lei lo tocca, vede che non succede niente e quindi ne conclude, non certo senza logica, che è tutta una balla, e lo mangia. Dove si dimostra che aggiungere divieti e allarmismi superflui è sempre controproducente. Come coi pacchetti di sigarette: se ci scrivessero che il fumo danneggia i polmoni, che nei soggetti predisposti favorisce l’insorgenza del cancro o roba del genere, potrebbero anche venire presi sul serio; ma quando ti sparano che il fumo provoca il cancro, il fumo uccide, tu sai che è una balla colossale e quindi non ci fai caso, anzi, quelle scritte neanche le vedi.
        Poi, volendo, nel racconto biblico si potrebbe notare anche un’altra cosa: quando arriva Dio a chiedere conto della loro azione, Eva dice: “Il serpente mi sedusse, e io mangiai”: ossia riconosce onestamente la propria colpa e si assume le sue responsabilità. E Adamo? “E’ stata lei! La donna che hai messo insieme a me, me lo ha fatto mangiare!” E da allora stiamo continuando ad andare avanti così: marito fedifrago? Colpa di quella zoccola rovinafamiglie, e magari della moglie che non gli dà soddisfazione costringendolo ad andarne a cercare fuori. Marito manesco? Sicuramente lo avrà provocato. L’hai stuprata? Certo, lei portava la minigonna! Eccetera. Si ritiene che la stesura della bibbia risalga a circa 3500 anni fa, ed era già tutto codificato, nero su bianco.

  5. Post godurioso davvero! Ho preso spunto e ho aperto il mio banco frutta accanto al vostro, ovviamente citando sia Tiasmo che te!
    Mi piace qui, passerò più spesso, ora che ti ho ‘scoperto’… 😉

  6. Troppo originale! Stasera mi ci voleva!
    ma sai che satana era l’angelo della luce? Immagino quanto tu sia bello! Almeno così si diceva…l’angelo più bello!
    Poi ha deciso che il frutto più bello da ofrire era la mela…A proposito! Ma la tua non è una mela, ma un cocomero! Con tutto quello che hai messo dentro.
    🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...